Il Fagiolo di Controne

  • Stampa

Fagiolo di ContronePiccolo, rotondo e bianchissimo, senza macchie e senza occhi, il fagiolo di Controne ha una tradizione antica ed è particolarmente pregiato per l’alta digeribilità e per la buccia sottile, praticamente impalpabile. Ogni anno, l’ultimo fine settimana di novembre, Controne dedica una sagra al suo prodotto più celebre. In questa occasione è possibile acquistare i fagioli o degustare i piatti tipici della zona: fagioli al tozzetto (una piccola fresella condita con olio extravergine e legumi lessi in bianco), fagioli e scarola, pasta e fagioli, e ancora làgana (una sfoglia fatta a mano) e fagioli.

I produttori sono circa un’ottantina.

La semina viene effettuata nel mese di maggio (generalmente segue un erbaio autunno-primaverile), previa lavorazione del terreno e letamazione. Si utilizzano terreni fertili e freschi.

La raccolta avviene dalla fine di ottobre alla meta’ di novembre.

La sgranatura avviene previa essiccazione dei baccelli sulla pianta e quindi per 2-3 giorni su teloni, al sole; successivamente avviene la battitura con bastoni di legno e la successiva esposizione alla ventilazione naturale per allontanare i residui di baccelli.. viene quindi effettuata una cernita manuale.

I semi vengono essiccati all’aria; la conservazione avviene in sacchetti di tela grezza, in luoghi freschi e ventilati.

Condividi questo articolo: