La Primula Palinuri - il fiore simbolo del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano
Il logo del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano
Le ciaramelle

Il territorio del Parco Nazionale del CilentoLe aree protette del Parco Nazionale del CilentoI musei del Parco Nazionale del CilentoSiti Archeologici del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di DianoItinerari del Parco nazionale del CilentoFlora del Parco Nazionale del CilentoFauna del Parco Nazionale del CilentoFigli e ospiti illustri del CilentoStoria del Parco Nazionale del CilentoMiti e leggende del Parco nazionale del CilentoProdotti tipici del CilentoRicette del CilentoTradizioni del Parco Nazionale del Cilento

Demetra - Cerere

Demetra o CerereI Romani identificarono Demetra con Cerere, e la figlia Persefone con Proserpina. Demetra era la dea greca della fecondità della terra, figlia di Crono e di Rea, sorella di Zeus e di Ades. Insegnò agli uomini, che vagavano per i boschi e si nutrivano di ghiande, l'agricoltura. Venne chiamata anche Thesmophèros, cioè legislatrice, in quanto istituì le leggi che governavano il vivere civile.

 

Da Lasione, un nume della terra fertile, generò Pluto, dio della ricchezza (perchè dall'agricoltura, secondo gli antichi, si traeva la ricchezza), ma Zeus, geloso, accecò Lasione, quindi si unì a Demetra, che ebbe da lui una figlia, Persefone o Kore. Ades rapì la bella fanciulla e Demetra, disperata, vagò a lungo per la terra alla sua ricerca, trascurando le piante e le messi, che seccarono e morirono. Alla fine Zeus, per mitigare il dolore della dea, concesse che Persefone tornasse da lei sulla terra per due terzi dell'anno.

Allora tutto germogliava, fioriva e si raccoglievano le messi, ma quando Persefone tornava agli Inferi dal suo sposo, tornava anche l'inverno. Nel suo errare, si narra che Demetra si fermasse a Eleusi, dove fu ospitata dal re Celeo e da sua moglie Metanira, che tuttavia non ne conoscevano l'identità e la presero come nutrice per il piccolo Demofonte. Dopo che ebbe rivelato loro la propria divinità, Demetra chiese a Celeo di erigerle un tempio a Eleusi e, per premiarlo della sua ospitalità, istruì lui e gli altri principi eleusini, tra cui Trittolemo, nella coltivazione del grano e nella fabbricazione e nell'uso dell'aratro.

In onore di Demetra e di Persefone, talvolta confuse dal mito in una sola persona, venivano celebrati due volte all'anno, nei mesi di antesterione e di boedromione, i famosi Misteri Eleusini, mentre in autunno, solo per la dea dell'agricoltura, promulgatrice di leggi e custode delle famiglie, si tenevano parecchie altre feste, tra le quali le più importanti erano quelle chiamate Thesmopheria.

Condividi questo articolo:

Prossimi eventi

0razio Lembo . 22 Novembre 2012
In occasione del Natale 2012 torna puntuale "Mercatoinfesta", Mostra Mercato di artigianato e di sap...
0razio Lembo . 22 Novembre 2012
La Sagra del Fagiolo fa emergere dal passato le antiche taverne e con esse i personaggi caratteristi...
0razio Lembo . 22 Novembre 2012
Lungo le vie del suggestivo centro storico di Perito, un unico e intenso profumo di pietanze tipiche...
0razio Lembo . 11 Giugno 2012
La Transmarathon è una corsa estrema a tappe sui sentieri e sulle strade del Parco Nazionale del ...
0razio Lembo . 11 Giugno 2012
Durante la seconda guerra mondiale, tra il 28 ed il 29 marzo 1941 nelle acque a sud del Peloponneso,...