La Primula Palinuri - il fiore simbolo del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano
Il logo del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano
farfalla

Il territorio del Parco Nazionale del CilentoLe aree protette del Parco Nazionale del CilentoI musei del Parco Nazionale del CilentoSiti Archeologici del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di DianoItinerari del Parco nazionale del CilentoFlora del Parco Nazionale del CilentoFauna del Parco Nazionale del CilentoFigli e ospiti illustri del CilentoStoria del Parco Nazionale del CilentoMiti e leggende del Parco nazionale del CilentoProdotti tipici del CilentoRicette del CilentoTradizioni del Parco Nazionale del Cilento

Il Giglio marino

 

il giglio marino

 

Sulle spiagge cilentane, tra le comunità delle sabbie, è ancora presente il sempre più raro Giglio marino...

Nomenclatura e sistematica

Pancratium maritimum L. Giglio marino, Giglio marino comune. Classe: Monocotiledoni, Famiglia: Amarillidaceae

Origine del nome

Pancratium da pankrátion, tutta forza; maritimum perché vive in riva al mare; giglio per la somiglianza con il giglio che però appartiene alla famiglia delle Liliaceae.

Comportamento ed habitat

Cresce nelle spiagge e nelle dune litoranee.

Diffusione
Vegeta su tutte le coste tirreniche e ioniche, isole comprese; sulle coste adriatiche vegeta dal Salento sino alle Marche. 

Portamento
Pianta erbacea perenne alta attorno ai 50 cm che sverna sotto forma di grosso bulbo  un po' allungato e dal diametro di 5-6 cm. Fusto dato dallo scapo fiorale che è robusto e compresso e termina con una spata a due valve che avvolge la parte basale dei tubi fiorali

Foglie
Tutte basali, di colore verde glauco, in numero di 5-6 per bulbo, larghe 1-2 cm, lunghe 50-60 cm e ritorte a spirale

Fiori
Bianchi, grandi, profumati ed ermafroditi. Non c'è distinzione tra petali e sepali ma ci sono solo tepali; questi sono concresciuti per i due terzi della loro lunghezza in un tubo fiorale lungo 5-8 cm, stretto e di colore verde. Nel rimanente terzo superiore si allargano ad imbuto in 6 lacinie bianche, con costolatura verde e concresciute per metà. Nella parte libera le lacinie sono lineari-lanceolate e orizzontali. La paracorolla, bianca, presenta 6 grossi lobi biforcati che danno quindi origine a 12 denti triangolari; i 6 stami sono inseriti tra i lobi, sovrastano la paracorolla e terminano con un'antera gialla a forma di arco. I fiori hanno 1 ovario infero con stigma capitato (cioè ingrossato verso l'apice) puntiforme (cioè di piccole dimensioni) e sporgente al di sopra degli stami. Sono riuniti in ombrelle di 3-10 fiori e più, inseriti, al termine del tubo fiorale, con un corto peduncolo di 1 cm o meno.

Epoca di fioritura
Luglio-agosto

Impollinazione
Avviene tramite insetti

Frutti
Sono capsule obovoidi triloculari di 2-3 cm di lunghezza contenenti numerosi semi neri

Condividi questo articolo:

Prossimi eventi

0razio Lembo . 22 Novembre 2012
In occasione del Natale 2012 torna puntuale "Mercatoinfesta", Mostra Mercato di artigianato e di sap...
0razio Lembo . 22 Novembre 2012
La Sagra del Fagiolo fa emergere dal passato le antiche taverne e con esse i personaggi caratteristi...
0razio Lembo . 22 Novembre 2012
Lungo le vie del suggestivo centro storico di Perito, un unico e intenso profumo di pietanze tipiche...
0razio Lembo . 11 Giugno 2012
La Transmarathon è una corsa estrema a tappe sui sentieri e sulle strade del Parco Nazionale del ...
0razio Lembo . 11 Giugno 2012
Durante la seconda guerra mondiale, tra il 28 ed il 29 marzo 1941 nelle acque a sud del Peloponneso,...