la XIII Settimana della Cultura

  • Stampa

L’evento cultsettimana della culturaurale piu’ atteso dell’anno: la XIII Settimana della Cultura.
Il MiBAC apre gratuitamente, per nove giorni, tutti i luoghi statali dell’arte: monumenti, musei, aree archeologiche, archivi, biblioteche con dei grandi eventi diffusi su tutto il territorio.

 

Appuntamenti per tutti i gusti: mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti che renderanno ancora più speciale l’esperienza di tutti i visitatori.
Un’occasione imperdibile per avvicinarsi alla più grande ricchezza del nostro Paese: il nostro patrimonio artistico e culturale.

A voi la scelta di luoghi da visitare ed eventi a cui partecipare nel Nostro Parco Nazionale...

"Mostra dei Santini"
Polla, Sala Conferenze dell'Istituto S. Teresa del Bambin Gesù
Mostra - Il 09 aprile 2011 
L'Università Popolare della Terza età di Polla, a conclusione del corso tenuto sul tema "la Religione e la fede del popolo", presenta ed inaugura la "Mostra dei Santini" .

Visite guidate al Parco Archeologico di Velia
Ascea, Parco Archeologico di Velia
Visita guidata - Dal 09 aprile 2011 al 17 aprile 2011 
Per la Settimana della Cultura la Soprintendenza per i Beni Archeologici di SA/AV/BN/CE in collaborazione co l' Agenzia Archeo-Treking assicura visite guidate al Parco Archeologico di Velia con l'opportunità di partecipare a una serie di laboratori.

Itinerari e percorsi storico-culturali a Padula in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia
Padula, Padula (Sa)
Visita libera - Dal 09 aprile 2011 al 17 aprile 2011 
L’evento è ideato e realizzato dal Comitato Cittadinanza Attiva Padula in collaborazione con il Comune, gli Operatori turistici e commerciali e le Associazioni presenti a Padula e mira a valorizzare la cultura del territorio in concomitanza con l’evento di portata nazionale “XIII Settimana della Cultura 9-17 aprile 2011”.
In onore del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia sarà creato un itinerario nel centro storico che riporterà alla luce personaggi, momenti e luoghi della storia di Padula rilevanti per l’Unità d’Italia.
Il percorso comprenderà mostre, esposizioni, convegni e iniziative enograstronomiche.

“Il Vallo in B/N. La fotografia nel Vallo di Diano tra tradizione e modernità"
Montesano sulla Marcellana, Padula Consorzio Bonifica Vallo di Diano; Buonabitacolo Biblioteca comunale; Montesano S.M. Convento di S.Antonio
Mostra - Dal 09 aprile 2011 al 17 aprile 2011 
Il secondo appuntamento nel Vallo di Diano, dopo il successo degli eventi della Settimana della cultura 2010, punta l’attenzione ancora una volta sulle raccolte e sugli archivi fotografici pubblici e privati. La mostra fotografica, mirante all'individuazione e alla salvaguardia di una parte del patrimonio culturale in estremo pericolo di perdita, si articolerà in tre momenti espositivi e precisamente:
- Padula, presso la sede del Consorzio di Bonifica del Vallo di Diano, mostra fotografica dedicata al paesaggio ed alle sue trasformazioni, con fotografie tratte dall’archivio del Consorzio
- Buonabitacolo, nella sede della biblioteca comunale, mostra fotografica dedicata alla famiglia ed alle sue trasformazioni, attraverso fotografie di archivi privati
- Montesano Sulla Marcellana - presso il restaurato convento di S. Antonio destinato dall’amministrazione comunale ad ospitare una sezione del Museo Didattico della Fotografia (MUDIF) nel Vallo di Diano – mostra dal titolo “Verso il Museo della fotografia del Vallo di Diano”. Il giorno 16 aprile si prevede la presentazione del protocollo di intesa tra il Comune, le due Soprintendenze ed il MUDIF per la realizzazione dell’importante struttura culturale dedicata alla tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio

Cilento e Unità d’Italia: un viaggio tra luoghi, personaggi, e ideali risorgimentali
Ogliastro Cilento, territorio Comunale di Ogliastro Cilento, Palazzi, Piazze e Parrocchie
Attività didattica - Dal 09 aprile 2011 al 15 aprile 2011 
In Occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il Comitato Associativo di Ogliastro Cilento, con il Patrocinio del Comune, organizza una serie di eventi per celebrare al meglio un percorso storico che ha reso il nostro territorio parte integrante dell’Unità d’Italia che avrà inizio il  9 Aprile presso l’istituto Comprensivo “Pietro Visconti” con mostre, poesie e canti sui fatti e personaggi storici dell’unità d’Italia. Il gruppo Eleatica Ctg realizzerà un percorso turistico che vedrà partecip, in prima persona, i ragazzi delle scuole primarie e secondarie per un giorno “ giovani Guide Turistiche” attraverso i beni storici artistici e tradizionali del territorio ogliastrese. Seguirà un tour multimediale presso Palazzo De Stefano sul contributo che il Cilento ha dato all’unità d’Italia, attraverso valorosi cilentani rivoluzionari, come Costabile Carducci nel 1848, F. Patella parroco di Agropoli, rivoluzionario e cospiratore garibaldino nella Spedizione dei Mille, Giovanni De Falco Ministro di Grazia e Giustizia e Culti del Regno d’Italia nei governi La Marmora II e Lanza. L’associazione Armonie del Cilento allieterà la serata con un Recital sui temi: la Repubblica Napoletana, la rivolta cilentana del 1828 – 29, Carlo Pisacane.
Il 10 aprile una santa Messa all’aperto riunirà tutta la comunità e sarà luogo di partenza per una sfilata organizzata dall’associazione “Insieme per Eredità”, che coinvolgerà tutto il territorio, con momenti di spettacolo in piazza, e che coinvolgerà soprattutto i ragazzi nella creazione di un Puzzle gigante dell’Italia. La serata sarà allietata da un concerto canoro sul tema i moti rivoluzionari nel Cilento ad opera dei “Meridiana”. Saranno organizzati degli incontri – dibattito sul tema “eroine invisibili dell’Unità d’Italia” ad opera della F.I.D.A.P.A.

ARTISTICAMENTE…. VELIA 2011 Finestra sulla Cultura eleatica III Edizione
Ascea, Parco Archeologico di Elea-Velia
Attività didattica - Dal 09 aprile 2011 al 17 aprile 2011 
In occasione della XIII Settimana Della Cultura 2011 da sabato 9 a domenica 17 aprile 2011 promossa dal Ministero dei Beni Culturali, l’Agenzia di Viaggi&Turismo ArcheoTrekking e Elios Country Village complesso turistico, promuovo ed organizzano in collaborazione con ASS.O.TU.R Associazione Albergatori Golfo di Velia, le giornate esperienziali e di animazione “Artististicamente… Velia”, giunta alla III° edizione. Il programma dell’iniziativa si articolerà in due momenti principali:
visita del Parco Archeologico di Elea-Velia e laboratori culturali che rappresentano quelli che furono "le arti ed i mestieri" dell'antica città di Elea-Velia quali:
• Laboratorio del mosaico
• A scuola da Asclepio (alla ricerca e scoperta di erbe spontanee)
• Estemporanea di pittura
• Laboratorio “lavoriamo la creta”
• Laboratorio “creazione del conio monetario”
• Laboratorio “riproduzione dello scavo archeologico”
• Laboratorio di Astronomia “Osservazione delle stelle”

BIO APERITIVO AL MUSEO DI VOLCEI
Buccino, CHIOSTRO DEGLI EREMITANI
Visita libera - Dal 09 aprile 2011 al 17 aprile 2011 
Nelle mattinate del 9-10 e 16-17 aprile, nell'incantevole scenario del Chiostro degli eremitani di Sant'Agostino presso il Museo Archeologico Nazionale di Volcei M. Gigante di Buccino (SA) si potranno degustare prodotti tipici locali con un aperitivo all'insegna del biologico; sarà possibile, inoltre,  visitare il Museo e il Parco Archeologico.

Certosa & Passione
Padula, Certosa di San Lorenzo
Mostra - Dal 09 aprile 2011 al 17 aprile 2011 
Il progetto si sviluppa intorno al tema centrale della Passione-Morte-Resurrezione, dal momento che quest’anno la XIII edizione della Settimana della Cultura avrà come stretta successione periodica la ricorrenza della Pasqua.

Il percorso espositivo propone poche ma efficaci installazioni di opere d’arte antica e contemporanea conservate nella Certosa di Padula, quali, ad esempio, sculture lignee della Certosa, riferite al XVIII secolo, raffiguranti: Ecce Homo, Cristo morto oppure manufatti artistici del XXI secolo, come il Sarcofago conditus di J. Fabre, realizzato in occasione della Mostra Le Opere e i Giorni nell’ anno 2003.

Visite guidate tematiche illustreranno ai visitatori in maniera particolareggiata luoghi e simboli della passione e della morte nell’architettura della Certosa di San Lorenzo di Padula: Desertum, Chiostro grande con le metope, Cimiteri, Cappella delle Reliquie, Cappella del Crocifisso.

Visita alla Mostra dei Santini e passeggiata nel Centro Storico di Polla tra Chiese, Castelli e Conventi
Polla, Istituto S. Teresa del Bambin Gesù
Visita guidata -
Passeggiata attraverso le vie e le Piazze del centro storico di Polla per rivivere la storia del paese attraverso le testimonianze visive e parlanti degli avvenimenti salienti che hanno dato volto all'abitato; Le torri medievati dell'antica cinta muraria che erano a guardia delle porte d'accesso; le chiese ed i loro svelti campanili; i portali incisi nella pietra recanti date e stemmi delle famiglie d'appartenenza; la Piazza dei "Parlamenti" dove s'adunava il popolo per partecipare alle assemblee comunali; Piazzetta reale in cui si svolse il pranzo storico con Re Ferdinando IV nel 1788.

"Evviva, Evviva la libertà"
Polla, Sala Teatro 'Don Bosco'
Spettacolo teatrale -
La Compagnia Teatrale "Artificio" presenta: "Evviva, Evviva la libertà" Farsa musicale Tragicomica da A. PETITO. Regia di NICOLA PICCOLO

Agropoli: dai Greci ai Bizantini
Agropoli, Palazzo Cirota
Mostra -
La Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta in collaborazione con il Comune di Agropoli inaugurerà la sezione archeologica del costituendo Palazzo Civico delle Arti della città con una mostra permanente sulle fasi più antiche dell'insediamento di Agropoli.  Per la prima volta saranno esposti al pubblico i materiali provenienti dall'area di Punta Tresino, alcune tombe provenienti dal territorio di Agropoli e parte dei materiali rinvenuti in località San Marco di Agropoli.

“Sentinelle dell'ambiente...arte”
Castelcivita, Chiesa di San Cono
Incontro/presentazione - Il 12 aprile 2011 
descrizione L'evento, curato di Servizi Educativi delle Soprintendenze BSAE e BAP di Salerno e Avellino e l'Istituto Comprensivo di Castelcivita, sarà il momento conclusivo del percorso formativo “Sentinelle nell'ambiente....arte”, nell'ambito del progetto “Terra nostra (tra regole, natura e tradizione)” realizzato grazie ad un protocollo d'intesa stipulato tra l'Istituto Comprensivo di Castelcivita, le Soprintendenze BSAE e BAP di Salerno e Avellino. Durante la manifestazione verrà presentato il restauro di un dipinto su tavola della Chiesa di San Cono di Castelcivita, realizzato dai tecnici della Soprintendenza BSAE durante un cantiere aperto agli alunni dell'Istituto nella Sezione di Controne, nell'ambito del progetto “...se faccio, capisco” ideato e coordinato da Maria Pasca, che dal 2001 ha visto il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole medie nel recupero di numerose opere d'arte e la loro restituzione alla devozione della comunità.

Lavori in corso: il restauro della Chiesetta di Sant’Antonio da Padova
Stella Cilento, Municipio - Chiesa Sant'Antonio da Padova
Convegno/conferenza - Il 13 aprile 2011 
L’appuntamento è teso a far conoscere lo stato dell’arte dei lavori di restauro degli affreschi che ricoprono completamente l’aula e la cupola della piccola chiesa intitolata a S. Antonio da Padova. I lavori, finanziati da parte del Ministero nell’ambito dei fondi ordinari 2009, progettati e diretti dalla Soprintendenza ai Bsae di Salerno, restituiranno alla comunità locale una chiesa fino ad oggi chiusa al culto che testimonia della presenza nella zona di una ricca committenza attenta alle emergenze artistiche dell’epoca, che spazia dal XV al XIX secolo. Le raffigurazioni più antiche sono nell’intradosso della cupola e nelle parti alte della piccola aula ed il ciclo iconografico, interamente dedicato alla Vergine, ci fa pensare ad una diversa dedicazione della cappellina originaria. I lavori interesseranno anche l’altare in stucco che ha rivelato, sotto uno strato di pittura soprammessa, un’ interessante decorazione. Nel corso della settimana si potrà visitare il cantiere.

Intorno al viaggio di Giovanni da Nola nel Cilento. Sculture del '500 nelle stratificazioni del tempo
Vallo della Lucania, Museo diocesano di Vallo della Lucania, Chiesa Santuario Madonna delle Grazie di Vallo della Lucania
Incontro/presentazione - Dal 13 aprile 2011 al 14 aprile 2011 
Durante circa 20 anni di ricerche e restauri si è finalmente giunti alla definizione di alcune importanti scoperte circa la provenienza e la collocazione originale di tre sculture lignee policrome del primo '500 a Vallo della Lucania.  Il 13 aprile, nella giornata di studio ed esposizione dei dati acquisiti, verranno trattati gli argomenti inerenti il ritrovamento di due delle statue un tempo murate nell'ex convento di Santa Caterina e delle vicende storiche che ne hanno determinato occultamento e riscoperta. Verrà inoltre presentato, con supporto visivo, il restauro delle tre statue che ha, tra l'altro, riportato alla luce oltre che l'immagine originale (naturalmente nel rispetto del tempo-vita delle opere), la data originale della terza statua, dando così la possibilità di chiudere almeno in parte e con successo, la ricerca sull'antico retablo cinquecentesco che ornava l'altare maggiore del Santuario della Madonna delle Grazie di Vallo della Lucania.  La seconda giornata sarà dedicata alla visita dei siti ove le tre opere sono attualmente custodite.
La presentazione degli studi fatti verrà intervallata dall'esecuzione di musica antica e madrigalista del "Piccolo Ensemble da Camera" diretto dal m° Luigi Mogrovejo.

Il recupero della Chiesa dell'ex Convento delle Benedettine di Teggiano
Teggiano, Teggiano Istituto Maestre Pie Filippini
Inaugurazione - Il 15 aprile 2011 
Durante la manifestazione, realizzata dalle Soprintendenze BAP e BSAE di Salerno e Avellino, verrà presentato il restauro della Chiesa dell'ex Convento delle Benedettine di Teggiano , realizzato grazie a due lotti di finanziamento erogati dalla ARCUS s.p.a. e al protocollo d'intesa stipulato il 22 novembre 2007 tra il Pontificio Istituto delle Maestre Pie Filippini e la Soprintendenza per i BAPPSAE di Salerno e Avellino (divisa poi in Soprintendenze BAP e BSAE) che si assunse l'onere della progettazione e della Direzione Lavori.

Il convento, dedicato a San Benedetto, fondato nel 1497 rimase attivo fino al 1811 quando in seguito agli editti napoleonici fu dapprima soppresso e poi affidato alle suore di Santa Lucia Filippini. Questo ordine, dedito all’educazione e all’insegnamento, ne mutò la destinazione e fece realizzare numerosi interventi architettonici che, per consentire lo svolgimento delle proprie attività, trasformarono profondamente la struttura dell'immobile.

Durante i lavori che hanno interessato sia la struttura architettonica che il patrimonio storico artistico, è stato recuperato l'aspetto originario della chiesa, con l'abbattimento di una cantoria in cemento armato realizzata negli anni '70 che ne alterava la spazialità, sono state effettuate, tra l'altro opere di consolidamento, che hanno interessato il recupero della parete su cui insiste l'altare maggiore, e la sostituzione del solaio di un ambiente adiacente alla chiesa che hanno consentito il recupero di decorazioni ad affresco ed in stucco.E' stato ripreso il battuto pavimentale nelle parti incoerenti e realizzata ex novo tutta l'impiantistica.

E' stato inoltre recuperato patrimonio storico artistico che abbraccia un arco temporale compreso tra il XVI e il XVIII secolo, consistente in sculture lignee, dipinti su tela, arredi lignei, dipinti murali a tempera e ad affresco.

Caccia al tesoro nel Parco del Cilento. San Mauro Cilento: il restauro del coro ligneo ed il Museo Eleusa.
San Mauro Cilento, Chiesa di San Mauro e Museo Eleusa
Incontro/presentazione - Il 16 aprile 2011 
Saranno presentati al pubblico il restauro del coro ligneo intagliato, pregevole manufatto realizzato, insieme al mobile della Sacrestia, nel 1471, su committenza di Rogerio della nobile famiglia Paleologo Principi di Bisanzio, modificato nel 1727; sarà inoltre illustrato il progetto di recupero della Sacrestia e del transetto. Durante la settimana, esclusi il martedì e la domenica, dalle 9.30 alle 12.30,  sarà possibile visitare, nell’ipogeo della chiesa, il Museo di interesse regionale Eleusa, che conserva beni storico artistici della parrocchia, reperti archeologici, materiale librario e documentario di notevole valore culturale.

Del patrimonio storico artistico della chiesa fanno parte opere che testimoniano presenze rinascimentali così rare nell’Italia meridionale tra le quali si segnala la grande ‘cona’ del Rosario, oggi conservata presso il Museo diocesano di Vallo della Lucania.

fonte: http://www.beniculturali.it/

 

Condividi questo articolo: