Agropoli: la Porta Bizantina e gli Scaloni

  • Stampa

 

la porta e gli scaloni di agropoli

 

 

Gli Scaloni

Il Borgo Antico, visti i divieti imposti alla circolazione dei veicoli per i non residenti, è raggiungibile esclusivamente a piedi, percorrendo il Corso Garibaldi e la Via Filippo Patella prima di intraprendere la caratteristica salita degli “Scaloni”, per secoli l’unica via di accesso al Borgo ed oggi uno dei pochi esempi visibili di salita a gradoni, caratterizzati da una serie di gradinate larghe e basse, sopravvissuti alle esigenze del traffico veicolare che altrove ne hanno determinato il livellamento. Dopo i primi gradoni è possibile deviare a sinistra verso la marina, a Piazza della Mercanzia, attraverso le panoramiche scalinatelle dedicate ai “Garibaldini agropolesi” che si collegano con la Riviera intitolata a Franco Antonicelli, confinato ad Agropoli dal Regime Fascista nel 1935. Il muro di protezione degli Scaloni è ornato da merli con estremità sferica che richiamano i merli posti sulla Porta.

La Porta
E' formata da due aperture: sulla destra della porta principale c’è una porta secondaria ad arco ribassato, aperta agli inizi del XX sec. e tra le due aperture è visibile una feritoia che permetteva la vigilanza e l’eventuale difesa.
Al di sopra della porta principale si nota lo stemma marmoreo dei Duchi Delli Monti Sanfelice, ultimi possessori feudali della città. La Porta è parte integrante della cinta muraria, costruita in pietra locale e composta da un braccio meridionale e da un braccio settentrionale che si imperniano sul Castello e si concludono sullo strapiombo della Rupe che costituiva la difesa naturale dagli invasori.

Condividi questo articolo: